Header Ads

Precari: Proroga sino al 2016.

fadda
ROMA – In data 3 dicembre 2013, il Sottosegretario di Stato alla Salute Paolo Fadda e le Organizzazioni Sindacali delle aree dirigenziali medico-veterinario, SPTA e del comparto sanita  dopo un confronto ampio ed articolato .sulla  bozza di DPCM previsto dall’art.4, comma  10, della legge 125/2013 si sono  espressi  favorevolmente   sui   testo  finale,  alia  luce  dei  vincoli   legislati vi  esistenti,che impediscono ad oggi di dare risposte complessive al  problema del precariato  nel SSN, mettendo a repentaglio Ia salvaguardia degli attuali livelli essenziali di assistenza.
L’esame approfondito del ‘ complesso ed articolato fenomeno del precariato all’interno del SSN ha fatto  emergere  Ia   necessita,  ferma  restando  I ‘emanazione  della  direttiva   sulla     proroga,  di individuare ulteriori soluzioni, anche normative, per i percorsi di stabilizzazione di quelle tipologie di lavoro flessibile che non potranno trovare soluzione nel predetto dPCM.   Ulteriori iniziative dovranno essere adottate  per garantire anche alle Regioni in piano di rientro dal deficit sanitaria la piena attuazione del DPCM.
 Le parti convengono che queste due questioni debbano trovare soluzioni adeguate e si impegnano, ciascuno per la parte di competenza, a proporre ogni iniziativa ritenuta necessaria, anche normativa.
Si concorda infine sulla necessi ta di introdurre nell ‘ordinamento vincoli per evitare Ia creazione di ulteriore precariato per effetto dell ‘ uso improprio dei rapporti di lavoro flessibile.
Il Sottosegretario si impegna ad emettere entro breve tempo specifiche direttive alle Regioni, che possano consentire il mantenimento in essere sino al 31 dicembre 2016 di tutti i  rapporti di  lavoro anche  flessibili  e atipici  al  fine  di  garantire  i  livelli  essenziali  di  assistenza  e  lo sviluppo  dei programmi di ricerca in sanità.



Nessun commento

Grazie per il tuo commento. Quotidiano Infermieri

Powered by Blogger.