Header Ads

INFERMIERA KILLER – NOVITA’ SUL CASO POGGIALI



Scritto in questi giorni un nuovo capitolo della storia Poggiali, l’infermiera accusata di omicidio volontario all’ospedale Umberto I di Lugo, Ravenna. Sono stati validati altri 2 avvisi di garanzia, uno a carico dell’ex coordinatrice dell’U.O. ed uno a carico dell’allora direttore dell’unità. I due sono accusati di “concorso colposo in omicidio” per non aver vigilato abbastanza sull’operato del personale infermieristico e per non aver attuato prontamente misure in grado di evitare il fatto. Gli avvisi di garanzia sono stati emessi nei giorni scorsi.

 Ricordiamo che il coordinatore infermieristico, in qualità comunque di operatore sanitario, è portatore ex lege di una posizione di garanzia nei confronti della persona assistita, espressione dell’obbligo di solidarietà sancito dagli articoli 2 e 32 della Costituzione. A tale principio è legato il dovere di assistenza al paziente, la cui salute deve essere tutelata contro qualsiasi pericolo che ne minacci l’integrità e l’obbligo di protezione perdura per l’intero tempo in cui si ha in cura l’assistito. (fonte: http://www.caposala.net/32%20-%20Quale%20responsabilit%C3%A0%20per%20il%20coordinatore%20-%20Presidente%20.pdf).

 


Nessun commento

Grazie per il tuo commento. Quotidiano Infermieri

Powered by Blogger.